Posizioni del Judo

Le posizioni fondamentali per le tecniche di proiezione si dividono in posizioni naturali (shizen tai) e posizioni di difesa (jigo tai). Esse si eseguono in tre modi: fondamentale, destra, e sinistra.

A. Posizione naturale (shizen tai)
Per eseguire shizen tai occorre divaricare le gambe di una lunghezza uguale circa all’ampiezza delle spalle. Spalle e ginocchia sono rilassate ed il torace non è spinto troppo in avanti. Pancia ed area sottostante lo stomaco sono in tensione. Le mani sono aderenti ai fianchi e lo sguardo è diretto verso un punto lontano. Il viso è in avanti con il mento serrato. Per eseguire shizen tai a destra si compie un passo dalla posizione fondamentale con la gamba destra (o con la gamba sinistra nello shizen tai a sinistra) avendo cura di mantenere il peso del corpo equilibrato su entrambe le gambe, il viso dritto in avanti. Il tallone del piede che rimane dietro deve essere leggermente girato in dentro.

shizen_tai

migi_hidari_shizen_tai

B. Posizione difensiva (jigo tai)
Per eseguire jigo tai occorre divaricare maggiormente le gambe. Le ginocchia vanno flesse, il tronco va abbassato. Il peso va equamente distribuito sulle gambe ed il viso rimane dritto in avanti. Per eseguire jigo tai a destra si compie un passo dalla posizione fondamentale con la gamba destra (o con la gamba sinistra nel jigo tai a sinistra) avendo cura di mantenere il peso del corpo equilibrato su entrambe le gambe, il viso dritto in avanti. Il tallone del piede che rimane dietro deve essere leggermente girato in dentro.

jigotai

Le prese

Dalle posizioni naturali e difensive si eseguono le prese sulla casacca  partendo dalle quali generalmente si applicano le tecniche di proiezione.

Da shizen tai (kumi kata)
Tori esegue la presa nella posizione shizen tai (kumi kata destro) prendendo il risvolto sinistro del judogi di Uke con la mano destra e la sua manica destra (all’altezza del gomito) con la mano sinistra. La presa va effettuata partendo dalle dita mignolo e anulare, poi si aggiunge l’indice. Il dito pollice, benchè faccia presa, va mantenuto in riposo.

kumikata

Da jigo tai
Per attuare la presa dalla posizione di difesa destra, Tori passa la mano destra sotto l’ascella sinistra di Uke. Con la ascella e la mano sinistra Tori stringe il braccio destro di Uke senza afferrare il judogi. Il mento è tenuto serrato, le braccia non sono mai discostate dal corpo.

jigotai2

http://www.youtube.com/watch?v=dw_2XDkuUng

[Studio delle prese – Didattica Judo per i Licei e le Università Giapponesi]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu