Tag: Tadashi Koike

Sumi Gaeshi (rovesciamento nell’angolo)

Sumi Gaeshi (rovesciamento nell’angolo)

[Il Maestro Tadashi Koike esegue Sumi Gaeshi] Sumi Gaeshi è la prima tecnica del quarto gruppo del Go Kyo (Dai Yonkyo). Viene classificata come tecnica di sacrificio in avanti (Ma Sutemi Waza). Nella sua esecuzione Tori rompe l’equilibrio di Uke avanti a destra si lascia cadere sul dorso appoggiando il collo del piede dietro il ginocchio o la coscia della gamba sinistra di Uke. La gamba destra di Tori funge da catapulta e assieme allo squilibrio dato dall’autocaduta posteriore permette di lanciare Uke dietro alle sue spalle. Tori rimane steso a terra con la gamba destra in alto. Nell’applicazione sportiva di Sumi Gaeshi, Tori mantiene la presa di Uke anche …

Leggi tutto

Tomoe Nage (proiezione a cerchio)

Tomoe Nage (proiezione a cerchio)

[Tadashi Koike esegue Tomoe Nage] Tomoe Nage è una delle tecniche più famose del Judo. E’ la prima tecnica di sacrificio con caduta in avanti (Ma Sutemi Waza) insegnata nel Go Kyo (terzo gruppo, Dai Sankyo). Molto adatta a judoka di piccola corporatura, è usata frequentemente in competizione nella sua variante Yoko Tomoe Nage. Nella sua esecuzione classica Tori rompe l’equilibrio di Uke in avanti inducendolo ad un passo destro. Mantenendo lo squilibrio in avanti, Tori cambia presa della sua mano sinistra dalla manica destra del judogi di Uke al suo bavero destro e nel contempo posiziona la sua gamba sinistra flessa tra le gambe di Uke. Tori alza la …

Leggi tutto

Tsukkomi Jime (strangolamento spingendo)

Tsukkomi Jime (strangolamento spingendo)

[Il Maestro Tadashi Koike esegue Tsukkomi Jime in posizione eretta] Tsukkomi Jime viene definito spesso come uno strangolamento “a nodo scorsoio”, lasciando intendere un’azione dei baveri sul tipo, appunto, del cappio durante l’impiccagione. Questo strangolamento, infatti, viene effettuato attraverso la compressione del bavero del judogi sul collo di Uke. Tori utilizza una spinta rettilinea che compie la maggior parte del lavoro. Il braccio di Tori nella fase cruciale si distende e tutto il peso del corpo appoggia su questo con lo scopo di aumentare l’energia dell’azione. Tsukkomi Jime può essere applicato in posizione eretta (video in alto), con Tori sopra Uke oppure sul suo fianco. In quest’ultimo caso è indispensabile controllare Uke …

Leggi tutto

O Goshi (grande colpo d’anca)

O Goshi (grande colpo d’anca)

[Il Maestro Tadashi Koike esegue O Goshi] O Goshi appartiene al primo gruppo del Go kyo Dai Ikkyo ed è classificata come tecnica d’anca (koshi waza). Il suo nome significa “Grande colpo d’anca”. L’obiettivo di questa tecnica é di inserire il più possibile l’anca sotto il baricentro di Uke. Per l’esecuzione di questa tecnica occorre squilibrare Uke in avanti, passare il braccio destro dietro alla sua schiena, senza afferrare la cintura, sollevare Uke con l’ausilio delle anche e contemporaneamente continuare a tirare in avanti. Le anche di Tori devono sporgere rispetto a quelle di Uke ed è importante, inoltre, che siano più basse di quelle di Uke; le gambe devono …

Leggi tutto

Harai Tsurikomi Ashi (spazzata tirando e sollevando)

Harai Tsurikomi Ashi (spazzata tirando e sollevando)

[Tadashi Koike dimostra Harai Tsurikomi Ashi] Harai Tsurikomi Ashi appartiene al terzo gruppo del Go Kyo (Dai Sankyo) ed è classificata come tecnica di gamba (ashi waza). Harai Tsurikomi Ashi consiste nel tirare e sollevare Uke (tsurikomi) spazzando con il piede sinistro la sua caviglia destra mentre indietreggia. Le braccia di Tori tirano e sollevano Uke in avanti e verso l’alto, mentre la gamba spazza all’indietro. Per evitare di spazzare entrambi i piedi come in Okuri Ashi Barai, è necessario che il piede destro di Tori sia in direzione di Uke. Nella fase finale della proiezione, Tori ruota le anche e recupera l’equilibrio avanzando la gamba destra. [Esempio di Harai Tsurikomi Ashi in …

Leggi tutto

Ushiro Kesa Gatame (controllo a fascia da dietro)

Ushiro Kesa Gatame (controllo a fascia da dietro)

[Il Maestro Tadashi Koike dimostra Ushiro Kesa Gatame] Tori è col suo fianco sinistro contro l’ascella destra di Uke. La mano sinistra di Tori afferra la cintura di Uke dal lato sinistro mentre la sua mano destra afferra il judogi sotto l’ascella destra di Uke. Le gambe di Tori hanno la stessa posizione dell’Hon Kesa gatame.

Hane Makikomi (avvolgimento ad ala)

Hane Makikomi (avvolgimento ad ala)

[Il Maestro Tadashi Koike esegue Hane Makikomi] Hane Makikomi è una tecnica in avvolgimento (Makikomi Waza) che appartiene al quarto gruppo del Go Kyo (Dai Yonkyo). Questa tecnica nasce da Hane Goshi a cui si somma il movimento Makikomi cioè un avvolgimento a spirale che usa la massa corporea di Tori per trascinare a terra Uke; tutti i Makikomi finiscono infatti con Tori che controlla Uke a terra in immobilizzazione. A differenza di Harai Makikomi e Soto Makikomi, la gamba di Tori non blocca quella di Uke, ma invece la solleva con un movimento analogo a quello visto in Hane Goshi. Il braccio destro di Tori lascia la presa al bavero e avvolge …

Leggi tutto

Kata Guruma (ruota sulle spalle)

Kata Guruma (ruota sulle spalle)

[Il Maestro Tadashi Koike dimostra Kata Guruma] Kata Guruma è una proiezione di grande ampiezza che consiste nel fare oscillare Uke sulle spalle. Classificata come tecnica di braccia (te waza), appartiene al terzo gruppo del Go Kyo (Dai Sankyo). Il maestro Jigoro Kano ideò personalmente Kata Guruma prendendone spunto da una antica del jujitsu: Kino Katsugi che consisteva nel caricare sul dorso Uke e proiettarlo di traverso con un ginocchio a terra. Kano subiva questa tecnica da un allievo più grande e prepotente, per questo ne era rammaricato: il maestro lesse vari trattati, vide tecniche occidentali e asiatiche di lotta ed ideò la tecnica che si conosce ai giorni nostri. Il maestro …

Leggi tutto

O Soto Guruma (grande ruota esterna)

O Soto Guruma (grande ruota esterna)

[Il Maestro Tadashi Koike esegue O Soto Guruma] O Soto Guruma è la prima tecnica del quinto gruppo del Go Kyo (Dai Gokyo) ed è classificata come un ashi waza, ovvero una tecnica in cui la parte principale usata per la proiezione è la gamba. Molto simile a O Soto Gari, l’opportunità è la medesima, si differenzia per il fatto che la gamba destra di Tori ostacola entrambe le gambe di Uke falciandole, mentre in O Soto Gari Tori falcia solo una gamba. Ne risulta una proiezione di grande ampiezza in cui è fondamentale una stabile posizione di Tori e un buon squilibrio indietro di Uke. Se ben eseguita, la caduta di …

Leggi tutto

Yoko Wakare (separazione laterale)

Yoko Wakare (separazione laterale)

[Il Maestro Tadashi Koike esegue Yoko Wakare] Yoko Wakare è una tecnica di sacrificio laterale (Yoko Sutemi Waza) che appartiene al quinto gruppo del Go kyo (Dai Gokyo) Nella sua esecuzione classica, Tori squilibria Uke in avanti e si sacrifica lasciandosi cadere sul fianco sinistro, proprio sotto ad Uke e lo proietta sopra di sè. Questa tecnica viene generalmente usata come contraccolpo secondo il principio Yawara (sfruttare lo squilibrio) su attacco di Uki Goshi, Seoi Nage. La troviamo anche nel Koshiki No Kata (Kata delle cose antiche) in due forme diverse rispetto a quella sopra descritta, a testimoniare l’antica origine di Yoko Wakare.